Olio Sagra Bassa Acidità, delizioso e versatile

,

Olio Sagra Bassa Acidità – l’olio extravergine di oliva versatile e delizioso da usare a crudo.

Una delle maggiori eccellenze della tradizione gastronomica italiana è l’olio extravergine di oliva, per il quale vantiamo tantissimi produttori tra i quali Sagra Bassa Acidità. Una curiosità sull’olio extravergine: non tutti sanno quanto sia importante l’acidità dell’olio per individuarne la freschezza e la qualità. Più il valore di acidità dell’olio è basso, e più abbiamo la garanzia che le olive siano state portate e lavorate in frantoio fresche, ossia entro le 24 ore dalla raccolta, quindi 100% italiane. Fin dall’inizio degli anni ’90 Sagra ha fatto perno su questa caratteristica importantissima per il suo olio: il Sagra Bassa Acidità è uno degli oli più apprezzati, di qualità e ricercati proprio per le tante caratteristiche organolettiche dovute alla lavorazione accurata delle olive fresche. Inizialmente il Sagra Bassa Acidità era poco noto alla grande distribuzione e agli acquirenti medi, l’importanza dei valori dell’acidità degli oli era ancora poco noto e faceva parte delle conoscenze degli esperti e di quella nicchia di consumatori più attenti e informati. Ma l’Azienda ha compreso l’importanza di rendere nota questa informazione a tutti, mettendola in evidenza nell’etichetta dell’olio. Ovviamente sappiamo tutti che un olio poco acido, se non ha delle caratteristiche organolettiche e sensoriali rilevanti, non può essere amato dai consumatori. Allora vediamo insieme cosa ha reso l’olio Sagra Bassa Acidità tanto amato:

  • visivamente ha un bel colore verde oro, e l’olio è limpido
  • olfattivamente il profumo delle olive verdi ha intensità media e si mescola con odori di erbe di campo e lieve sentore di mandorla
  • al palato l’olio si percepisce delicato e morbido, molto armonioso e dolce all’inizio per poi ricordare il gusto gradevolmente amarognolo del carciofo fresco e delle erbette di campo

olio sagra bassa acidità

Un olio di questo tipo è molto versatile in cucina, ma la resa massima è a crudo. Lo uso in prevalenza su carne e pesce alla griglia e verdure al vapore, ma la mia preferenza è come condimento all’insalata mista: non copre il sapore delle verdure, neanche di quelle più delicate, anzi lo esalta al massimo facendo gustare ogni boccone. Inoltre non lascia quella sensazione sgradevole di pizzicore in gola come accade invece usando oli di bassa qualità e dalla provenienza dubbia. Questa caratteristica è dovuta all’acidità naturale inferiore di circa il 60% rispetto a quella consentita dalla normativa comunitaria, e non supera mai lo 0,3%. Ora che la bella stagione è arrivata, godiamoci la cucina fresca e leggera dell’estate con la gradevolezza dell’olio extravergine di oliva Sagra Bassa Acidità.

Potete conoscere meglio la storia di Sagra e l’ampia gamma di oli a bassa acidità collegandovi al SITO UFFICIALE

olio sagra bassa acidità

#sagrailnostroolio #labassaaciditàèsagra #ad #oliosagra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *